COLONNE SONORE

Soundtrackology: Tutti vogliono qualcosa!

La colonna sonora del film di Linklater 

18 Giugno 2016

Gli indizi sono chiari fin dal titolo stesso del film. “Everybody wants some”…titolo di un pezzo dei Van Halen del 1980. E dal trailer del film…dove oltre alla citata “title track” troviamo la superclassica My Sharona dei The Knack. Terzo indizio…la regia del film di Richard Linklater, da sempre uno dei registi più attenti nel “cucire” addosso alle sue scene la musica più adatta.

 

E come direbbe Agatha Cristhie…”Un indizio è un indizio, due indizi sono una coincidenza, ma tre indizi fanno una prova.” Gli indizi ci dicono che…quella che accompagnerà il film di martedì sera…sarà una grandissima colonna sonora.

Texas, 1981. Jake arriva al College, dove si appresta ad iniziare il suo corso di studi. Lo stereotipo creato negli anni dai film ambientati nei College americani (per lo più commedie), e cioè la declinazione feste-sbronze-musica-ragazze-giochi scemi-canne…sembra esserci tutto in questo film. Almeno ad un primo sguardo poco attento, fuorviati forse anche da un trailer che ti lascia una sensazione di “già so cosa aspettarmi da questo film”. E invece, quello che ci aspetta, è lo sguardo di un grande autore come Linklater, da sempre a dir poco maniacale nella sua ricerca spasmodica della aderenza temporale delle ambientazioni dei suoi film…dai costumi agli accessori, dal look alla musica.

La musica appunto. Scorrendo la lista dei pezzi che accompagnano il film, pensi…ok…cosa c’è di originale nella scelta di canzoni di Blondie, Patti Smith, Hot Chocolate, Van Halen? Quello che rende superba la colonna sonora di questo film, è il lavoro di ricerca dei pezzi del periodo. Unico neo…la presenza di “Urgent“, un pezzo dei Foreigner, uscito dopo il 1981, anno di ambientazione del film. In quegli anni la scena musicale subisce ancora il fascino ma anche il retaggio della musica degli anni 70, pur aprendosi a quella che sarà la musica del futuro. Ad esempio…tra le canzoni presenti c’è “Rappers delight” dei Sugarhill Gang, da tutti riconosciuta come la prima vera canzone rap della storia (provate a chiedere a qualche appassionato di hip hop…).

Lo stesso Linklater afferma:

 

`

Ho una connessione personale con ogni canzone del film, e volevo condividere la sensazione che si provava ad ascoltare quelle canzoni alla radio, ballarle in discoteca o in un bar di musica country, sentirle uscire dallo stereo di casa o dalla macchina. Everybody Wants Some in particolare è un brano che cattura perfettamente il modo di scherzare e l'indecenza dei 18 anni. Quando sei giovane e appassionato vuoi avere tutto. Lo ritieni un diritto di nascita.

Ed è sempre Linklater a raccontare: 

 

`

La disco, che sarebbe morta di lì a un anno, era ancora la più ballata, la country stava diventando improvvisamente di moda grazie al film Urban Cowboy, la metal era amatissima, il punk e la new wave erano nuove ed eccitanti alternative e cominciavano a spuntare i primi esempi di quello che sarebbe diventato l'hip hop. D'altra parte i ragazzi frequentavano anche posti in cui c'era musica che non gli piaceva, l'importante era che ci fossero le ragazze". (Virgolettato tratto da "Cinecittà News").

A questo punto potrei scrivere la lista dei pezzi presenti nel film…ma sarebbe come fare spoiler. La bellezza di un film è anche nel lasciarsi sorprendere da un bel pezzo…soprattutto se magistralmente abbinato alla scena che accompagna.

Intanto, qui potete ascoltare una selezione di brani che il regista ha utilizzato per ispirare le performance degli attori nel film.

Ci vediamo martedì. Vi aspettiamo!

 

Film in posta!

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere  la programmazione direttamente nella tua casella di posta.

Open chat
Powered by