il progetto

Progetto Kelle

`

Il cinema è composto da due cose: uno schermo e delle sedie. Il segreto sta nel riempirle entrambe.

ROBERTO BENIGNI

Cinema, La petit court d’Ornella

Caserta Film Lab in collaborazione con l’associazione Les Enfants d’Ornella e Formazione Solidale porta il Cinema alla corte di Ornella e si propone di raccogliere fondi necessari per realizzare un piccolo progetto a Kelle, villaggio a sud di Dakar, in Senegal.

“Cinemà, la petite cour d’Ornella” darà l’opportunità a bambini e ragazzi di vedere film selezionati apposta per loro, che siano gioco e divertimento per i più piccini e percorso didattico per i giovani.

Il progetto nasce dall’incontro a seguito di un viaggio con Formazione Solidale nel mese di Dicembre dove conosciamo l’Associazione « Le Enfantes d’Ornella ».

Tale associazione ha realizzato un Centro di accoglienza alle cui attività prendono parte più di 300 bambine e bambini. La struttura ha il compito di:

1. Favorire la scolarizzazione,
2. Favorire l’incontro tra generazioni
3. Promuovere attività culturali varie. A tale scopo sono previsti spazi per una biblioteca – videoteca e per attività musicali e teatrali.
4. Promuovere il successivo avviamento al lavoro dei ragazzi

I nostri alter ego, nella foto da sx:
Helene Sall: Organizzazione Generale
Ousmane Niang: Tesoriere
Yachna Ndiaye: Segretaria generale / Comunicazione
Ouleye Balde: Comunicazione
Tapha Diop: Coordinatore del gruppo , dei dibattiti e delle proiezioni.

Particolare attenzione è stata posta alle attività rivolte alle bambine ed ai bambini maggiormente bisognosi: i bambini di spiaggia ed i talibè.

I Bambini di Spiaggia

L’obiettivo primario è costituire un riferimento per quei bambini del villaggio che trascorrono le loro giornate in spiaggia, al mercato del pesce o sulle piroghe, senza mai mettere piede in una scuola.

I Talibé

Talibé significa “una persona che apprende”, e viene attribuito ai bambini iniziati alla lettura del Corano in una scuola coranica comunemente chiamata daara (che significa: luogo di apprendimento).
I talibé nelle daara sono costretti a vivere in condizioni igieniche spaventose. Oltre alle carenze materiali, i bambini vivono di privazioni affettive e non andranno mai a scuola. Sono obbligati ad elemosinare una quantità di riso, zucchero e monete da consegnare quotidianamente al marabut.L’associazione cerca di colmare i disagi di questi bambini e ragazzi, paradossalmente molto educati e disciplinati, regalando loro momenti di gioco in un luogo sicuro e sereno sotto la guida degli educatori e dei numerosi volontari che si alternano, ma soprattutto dando loro la possibilità settimanale di una doccia, di un ricambio di vestiti puliti e talvolta nuovi, di un pasto completo. Inoltre, un pomeriggio alla settimana, hanno anche la possibilità di svolgere due ore di alfabetizzazione.

Film in posta!

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere  la programmazione direttamente nella tua casella di posta.

Open chat
Powered by